Quattro anni fa l’incendio che sconvolse buona parte dell’isola di Gran Canaria, era il 2019 e un incendio distrusse ettari ed ettari di bosco di pino canario.

Il pino della specie canariensis è però resistente al fuoco se la pianta è abbastanza grande e ha sviluppato quella tipica corteccia a tasselli sovrapposti.

In pochi anni le piante recuperano la loro chioma costituita da aghi raccolti di tre in tre e con la parte esterna liscia e quella interna porosa.

In questi giorni riaprirà l’area ristoro di Tamadaba, una zona boschiva posta vicino ad #Artenara nel nord dell’isola; il luogo per la sosta è rimasto chiuso per quattro anni, dal 2019, anno in cui in terribile incendio sconvole tutta l’isola.

L’incendio costrinse 10.000 persone ad abbandonare le proprie case e bruciò ettari ed ettari di zona boschiva.

A voi le terribili immagini del devastante incendio del 2019