Tenuto conto che oggi giorno ogni aspetto della vita ruota attorno alle email, quello che sta avvenendo è un vero distrastro, un disservizio come non si vedeva da un pezzo.

Che un provider di servizi email che si era lanciato anche nella posta certificata possa non riuscire a risolvere un problema dalle cause non chiare lascia veramente basiti.

L’aspetto che aggrava la situazione è il silenzio di giornali e telegiornali italiani sul fatto che più di 11 milioni di italiani non possano ricevere email di lavoro, proposte di lavoro, contratti, prescrizioni mediche e tanto altro nel silenzio dei massmedia.

Io sono fra questi e, un sito alla volta, sto cambiando l’email da Libero.it a gmail.com, per un giorno chiudere definitivamente la casella di posta di libero.it.