Redazione| 26 maggio 2020

La cancelliera della Germania Angela Merkel ha dichiarato che il 15 di giugno si appresta a rivedere il divieto di viaggiare in 31 paesi del continente europeo, alcuni di essi nell’area Schengen.

Una buona notizia che però deve tenere in considerazione la precisazione: si valuteranno divieti per singoli paesi a seconda della situazione epidemiologica per il coronavirus.

Certo la decisione rappresenta un tentativo di normalizzare la situazione dei trasporti internazionali, è quindi un buon segnale lungo quella tendenza che dovrebbe portare l’apertuta dei voli con la Spagna dal primo luglio.

La data del 15 giugno era stata indicata anche dal ministro degli Esteri Luigi di Maio che sta lavorando per evitare che si creino corridoi di rotte aeree solo tra alcuni paesi.

Le due date simili non possono certo rappresentare una coincidenza, qualcosa si sta muovendo, però è importante che nei singoli stati la cittadinanza faccia la propria parte, evitando comportamenti irresponsabili, mantenendo distanziamento sociale, gestendo con prudenza i luoghi affollati o al chiuso.

Dal 15 anche Francia e Grecia dovrebbero seguire la medesima tendenza.

Fonte: MaspalomasAhora Sole24Ore