Redazione| 24 maggio 2020

È stata avvistata in prossimità delle coste del comune (ayuntamiento) di San Sebastian a La Gomera, la caravella portoghese ( che puo essere di due tipi: Physalia physalis e Physalia utriculus) un organismo marino appartenente all’ordine dei Sifonofori del Philum degli Cnidari a cui appartengono altri organismi come le meduse, i coralli e gli anemoni.

Per questa ragione le caravelle portoghesi non sono meduse e sono anche estremamente più pericolose per le tossine contenute nei loro tentacoli che possono raggiungere metri di lunghezza; un altro aspetto che rende pericoloso questo affascinante organismo è il fatto che naviga in superficie sospinto dal vento, grazie al fatto che il pneumatoforo trasparente è una sacca piena di gas che fuoriesce dall’acqua e funge da vela.

La trasparenza, il colore che richiama l’acqua marina, la posizione in superficie, infine le dimensioni (alcune specie possono raggiungere decine di metri di lunghezza) rendono questi organismi marini pericolosi per i bagnanti. Il veleno contenuto nei tentacoli può portare anche alla morte se le tossine raggiungono i linfonodi.