Redazione| 13 maggio 2020

I rappresentanti dei differenti stati si sono ritrovati oggi e hanno deciso alcune linee guida; importante novita: bocciatura di un passaporto sanitario costituito dai risultati dei tests alcuni stati si sono opposti, mentre Italia e Spagna lo richiedevano: non rappresentano una patente di immunità secondi gli esperti. Cosa risaputa.

La linea è quella di una rapida apertura delle frontiere, come vi avevo accennato ci sarebbe un corridoio costituito da Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Austria, Slovenia, Croazia. Accordi singoli tra stati , da cui rimarrebbe fuori l’Italia per la situaxione epidemiologica e perché, come giustamente fa notare l’esponente austriaco: perché aprire i confini agli italiani , se in Italia i confini regionali sono chiusi?

L’Italia trasformata in cenerentola, isolata, emarginata, nel silenzio dei nostri giornalo che si concentrano su altre notizir e polemiche. Cosa accadrà questa estate? Almeno per noi italiani? Non si sa, ma ormai siamo abituati ai monologhi delle 3 di mattina o di sera del nostro presidente del consiglio che ci comunica decisioni e limitazioni.

Sul fronte dei rimborsi nessuna buona buona, per salvare le casse delle compagnie aeree si esorta a spingere sui voucher , per quanto dovrebbe essere garantita anche la possibilità dei rimborsi.

Fonte: Repubblica.it