Nel #DlRilancio, il decreto attualmente in discussione al CdM (Consiglio dei Ministri) non solo ci sono una serie di disposizioni in campo economico ma all’articolo 20 si decide la proroga per altri 6 mesi dello stato di emergenza, sino al 31 gennaio 2021

Pochi giorni fa il primo ministro spagnolo è dovuto passare sotto le forche caudine del parlamento spagnolo per fare approvare dai rappresentanti dei cittadini nel parlamento una proroga di qualche settimana dello stato di emergenza.

In Italia? Per una proroga basta l’accordo del governo. Ma cosa contempla lo stato di emergenza?

Lo stato d’emergenza è una condizione particolare in cui uno stato dichiara di essere minacciato da un pericolo imminente e quindi il governo prende su di sé ogni potere, anche degli enti locali, e può limitare le liberta dei cittadini di spostamento e di libera espressione e protesta.

Ma se calano i contagi e stanno riaprendo le attività perché chiedere una simile proroga? Dove è il pericolo imminente?

Cosa c’è dietro a questa decisione?

Perché nascondere questa decisione in un d.l. dove si stabiliscono interventi economici?

Perché in Spagna per ogni proroga Sanchez deve passare per il parlamento, mentre in Italia si chiudono a decidere nelle stanze del governo?