Redazione| 06/05/2019

Ecco forse perché gli italiani fuggono dal loro paese ormai sempre più incivile.

Ho trovato in internet questo video e l’ho trovato tanto scioccante da volerlo condividere con voi. Da quello che si vede un signore urla addosso a una donna di mezza età che in palese stato di shock viene portata via da una persona giovane.

Pochi mesi fa un giovane aveva inveito contro una dirigente della DIGOS di Verona che prestava servizio a una manifestazione per il diritto di esistere per tutte le famiglie.

Vedendo tutto questo dall’estero provo tanto tanto, ma tanto dispiacere e avvilimento. A che livelli è arrivata la società italiana? Italiani contro italiani? concittadini contro concittadini, imbestialiti e inferociti da una politica che soffia sul fuoco dell’odio verso qualcosa?

Ma veniamo ai due video così che possiate anche voi farvi una idea:

il secondo video:

 

Qualcuno mi dirà che questi due video hanno in comune che vi sono sostenitori di Salvini, ma due casi non fanno una prova di nulla, almeno a mio parere.

Veniamo ad alcune cose che non capisco e mi provoca alcuni sentimenti poco positivi.

Delusione e avvilimento. Entrambe le due persone sembra che non abbiano avuto alcun provvedimento per il loro atteggiamento,  … vi posso dire che una cosa così, qui in Spagna non sarebbe assolutamente tollerata, come questo sembra che sia passato in sordina … non lo so … personalmente mi lascia con il sospetto che ormai in Italia le regole si siano allentate e parecchio, oltre l’accettabile, soprattutto in alcuni casi. Che messaggio diamo ai giovani? Che sia legittimo sfogare rabbia e aggressività? Altroché grembiulino …

Dispiacere e preoccupazione. Dove può andare una società in preda a contrasti, conflitti, opposizioni, ormai potrei definirle trincee tanto profonde? A quando l’esplosione di un conflitto sociale vero e proprio? Quale futuro per noi? Per i giovani? Per la nostra bella nazione, culla del diritto e della civiltà occidentale con i Romani, dell’arte e della scultura con il Rinascimento, quale futuro stiamo costruendo?

Desiderio di dimenticare. Vivendo all’estero, in un posto meraviglioso come le Canarie, sicuro e certamente non in preda a questi contrasti, che un certo tipo di politica sembra voler far crescere, c’è tanto desiderio di dimenticare di essere italiani per identificarsi completamente con un popolo allegro, gioviale, pacifico, accogliente, buono, semplice come quello canario che sa entrarti nel cuore dal primo giorno che lo conosci.

Guardando le terribili immagini del primo video si vede un uomo andare con fare minaccioso (pugni alzati) verso una donna, sembra che la voglia intimidire, viene da chiedersi per quale ragione. E soprattutto: ma è giusto reagire così nei confronti di una persona?

Cari miei connazionali, queste scene, ormai sempre più diffuse sono terribili e lasciano presagire il peggio, ma mi chiedo: nessun politico si sta ponendo dei dubbi su quello che sta seminando? Certamente intendo a livello sociale, ma come si pensa che la gente poi spenda, compri, esca di casa con il desiderio di stare in mezzo agli altri? A una tale insicurezza e violenza fa eco in breve giro di mesi a un abbassamento continuo dei consumi interni.

Cosa che sta già avvenendo, o sbaglio?