Antonio| 18/03/2018

Non amo occuparmi dei fatti di cronaca, un po’ per mia sensibilità e un po’ per rispetto alla vittima, ma questa volta lo faccio con l’intenzione di far riflettere sull’importanza di essere prudenti quando si conducono autoveicoli e motociclette. La vita è meravigliosa, sacra e miracolosa, non è ammissibile perderla per fatti come questi.

Ma cosa è accaduto precisamente?

ciclista-belgaGli agenti della Guardia Civil de Trafico di Granadilla de Abona sono stati allertati ieri per un incidente avvenuto sulla TF-28, dai primi rilievi sembra che un motoveicolo abbia invaso la corsia di sinistra, impattando contro un turista belga e travolgendo a forte velocità; a causa dell’impatto il ciclista è deceduto poco dopo.

Dalle prime informazioni si sa che il conducente della moto è un uomo sulla trentina e che non aveva i documenti, a causa dell’impatto, avvenuto nella zona di Las Jableras nel municipio di Arico,  il motociclista è stato ricoverato al  Hospital Nuestra Señora de la Candelaria, dopo essere stato soccorso dal SUC (Servicio de Urgencias Canario 112, l’equivalente del nostro 118) per un grave traumatismo craneoencefalico.

Peggiore è subito apparsa la situazione del ciclista, un settantenne belga, che a causa delle ferite è deceduto poco dopo.

“Disfrutar” come dicono i canari, ossia “divertirsi”, “godere” delle bellezze dell’Arcipelago canario, non necessariamente deve significare esagerare, prudenza e rispetto sono due atteggiamenti da non dimenticare quando ci si pone alla guida di un veicolo.

 

Fonte e foto: La Opinion de Tenerife

Annunci