Antonio| 16/01/2018

ryanairDal 15 gennaio la compagnia aerea lowcost Ryanair ha cambiato le condizioni sia per il bagaglio da stiva sia per i bagagli a mano … ma incominciamo con ordine.

 

Il bagaglio da stiva passerà da 15 a 20 chili e , badate bene, il prezzo calerà: da 35 euro a 25 euro, sempre che si prenoti il bagaglio al momento della prenotazione del volo, altrimenti il costo sale a 40 euro.

Il bagaglio, o sarebbe meglio dire i bagagli da portare a bordo  sono due, possono avere al massimo le seguenti dimensioni:

  • 55x40x20 cm (il famoso trolley)
  • 35x20x20 cm (le dimensioni di una borsa)

d’ora in poi non si potrà più sperare di veder caricati entrambi i bagagli a bordo, il più grande verrà comunque prelevato al momento dell’imbarco e inserito in stiva, l’unica possibilità per imbarcarlo è acquistare l’imbarco prioritario , costo 5 euro, se acquistato al momento della prenotazione del volo, altrimenti 6 euro, se acquistato in un secondo momento.

Le televisioni si sono concentrate soprattutto su questo aspetto, a mio avviso non così importante, visto che, anche in passato, qualora una persona non avesse avuto imbarco prioritario, non avrebbe comunque avuto comunque la certezza di poter imbarcare il proprio bagaglio a mano più grande, qualora non vi fosse stato spazio nell’aeromobile.

Un altro modo per portare entrambi i bagagli a mano a bordo è prenotare il volo secondo un profilo Plus o FlexiPlus.

L’effetto di questi cambiamenti mi sembra dunque, generalmente, positivo, per chi viaggia per turismo, in quanto hanno diminuito il prezzo del bagaglio da stiva che verrà poi prelevato assieme al trolley; il problema è per chi viaggia spesso, magari facendo una tratta senza bagaglio da stiva e che si troverà costretto a pagare un supplemento ( 10 euro, 5+5 euro) per poter uscire dall’aeroporto senza aspettare l’arrivo su nastro del proprio bagaglio a mano.

Ho letto di quotidiani italiani che hanno messo sul banco degli imputati la compagnia lowcost Ryanair, personalmente capisco che un aumento di 10 euro possa scocciare, ma non capisco per ora come si faccia arrivare a cifre superiori e soprattutto come si possa dimenticare che la compagnia lowcost Ryanair ha fatto nei decenni passati una vera rivoluzione dei trasporti, permettendo collegamenti diretti e a basso costo con luoghi meravigliosi, dando così la possibilità di viaggiare a molte persone; forse per questo motivo io chiamo questa compagnia, amichevolmente e affettuosamente, “Mamma Ryan”.