Redazione| 25/06/2017

orgullo4-32_g.jpgLeggendo i giornali spagnoli si apprende che a Madrid, durante i dieci giorni di festeggiamenti per il World Pride 2017, una dozzina di neonazisti hanno aggredito una coppia di ragazzi gay nel celebre quartiere ritrovo per la comunità gay di Madrid: la Chueca,

L’intervento della Policia Nacional è stato rapido ed efficace, tanto da arrestare tre persone appartenenti ad una frangia di estrema destra. Agli arrestati viene contestata l’accusa di aver commesso un crimine di odio contro i gay.

orgullo7-35_g.jpgVeniamo ai fatti così come descritti dalla maggior parte dei quotidiani: un gruppo di neonazisti hanno offeso al grido di “maricon”, l’equivalente della parola in italiano “fin***chio”, per poi aggredire fisicamente una coppia di ragazzi che camminava lungo la plaza de Pedro Zerolo nel quartiere della Chueca en Madrid. Il fatto è accaduto nella notte tra sabato e domenica, verso le 4 di mattina. Sembra che gli arrestati abbiano fatto anche alcuni gesti nazisti, prima di avventarsi sui due malcapitati.

orgullo9-37_g.jpgTenuto conto che nei prossimi giorni entrerò nel vivo la festa e arriveranno da tutto il mondo, si calcola milioni di persone, credo che, leggendo queste notizie, la preoccupazione per la sicurezza pubblica possa venire, tralasciamo i danni in termine di immagine per il turismo; per quanto l’intervento tempestivo della Policia Nacional ha evitato che la vicenda si concludesse in modo ancora più grave, sorge una domanda: si ha pieno controllo, in una città che fra qualche giorno ospiterà la manifestazione mondiale dell’orgoglio LGBT, delle persone appartenenti a frange estreme (di qualsiasi tipo esse siano)? L’auspicio è che la risposta sia un sì e che questo sia un fatto isolato e senza importanza statistica.omofobia.jpg

Concludiamo con una bella notizia, proprio ieri nell’arcipelago delle Canarie si sono svolti tanti pride in modo pacifico, colorato e allegro, di cui pubblico alcune foto. Le immagini sono tratte da La Provincia.

Fonte: EL Diario; ELPais