Redazione| 12/06/2017

LogotipoGlobal.jpgSono convinto che per vivere alle Canarie una auto, anche piccola, è necessaria: spostamenti, lavoro, spese, divertimento, tutto diventa più semplice e meno problematico. Si vive anche alla notte in queste isole e spesso gli autobus o non ci sono o fanno tratte ridotte, se si esclude la direttrice Las Palmas – Maspalomas e zone turistiche della parte occidentale dell’isola.

I biglietti sono relativamente cari, soprattutto se si considera che il prezzo della benzina verde è sotto l’euro al litro.

Ma come si chiama la compagnia dei trasporti pubblici? Per la tratta fuori dal comune di Las Palmas si parla della Global, bellissimi e comodissimi (nella maggior parte dei casi) autobus blu. Qui gli autobus si chiamano “guagua”, un termine sudamericano, e raggiungono tutte le parti più importanti dell’isola.

Ci sono moltissime tratte, a seconda del percorso che vi interessa potete cliccare comunque su questo link, un pagina chiara dove vi viene chiesto l’ “origen” ossia il punto da cui desiderate partire e il “destino” la destinazione ossia il punto di arrivo, il tutto è fornito da comodi menù a tendina che potete consultare con le frecce scendendo verso il basso o indicando sulla tastiera la prima lettera del posto che vi interessa.

Alcune precisazioni: gli autobus alle Canarie sono indicativamente molto puntuali, i biglietti li fate direttamente sul mezzo, quindi disponetevi in modo ordinato davanti alla porta davanti e dite all’autista, il chofer, il luogo dove volete arrivare. Non dimenticate mai un “Buenos dias” se di mattina, una “buenas tardes” sino a dopo il tramonto.

numero 80 santa catalina.jpgSe desiderate vedere tutte le linee a vostra disposizione potete cliccare anche su questa pagina .

Due ultime precisazioni: lo schema orari è così costruito: un titolo che vi indica la stazione di partenza e quella finale di arrivo, uno schema interno dove sulla prima colonna in verticale sono indicate le stazioni intermedie e una riga in alto in orizzontale dove sono indicate le ore dalla mezzanotte con lo 0 sino alle 11 p.m. ossia le 23. Incrociando la stazione intermedia con l’ora preferita trovate i minuti in cui dovrebbe arrivare la vostra guagua. Infine un elemento altrettanto importante: i colori, i colori rimandano a una legenda posta di solito in basso dove vengono esposte eventuali limitazioni: alcuni autobus magari finiscono la loro corsa prima: attenzione dunque a non trovarvi nella condizione di partire ma non arrivare di fatto a destinazione.

Ultimo avviso: Las Palmas ha due importanti stazioni: San Telmo nel cuore della città antica e Santa Catalina posta vicino al porto, alla Playa de Las Canteras e a tutti i maggiori centri commerciali.