Antonio| 20/04/2017

alquila.pngSia nelle grandi città spagnole, come nei due arcipelaghi spagnoli sta salendo il prezzo dell’affitto di appartamenti, gli esperti escludono una bolla immobiliare, anzi, solo che i prezzi stanno recuperando valori pre-crisi, arrivando per esempio alle Canarie ad un aumento del 5% sul valore di affitto del 2016; si registra un aumento del 7.6% per la provincia con capitale Las Palmas e di un 2,2% per la provincia con a capo Santa Cruz. Entrando maggiormente nello specifico si segnala un aumento del 8,3% rispetto a tre mesi fa (arrivando a 9,3 euro al mq) per la città di Las Palmas, mentre a Telde l’aumento è stato del 1,1% (6,7 euro al mq); nella capitale di Tenerife il prezzo è diminuito dello 0.3%, 6,5 euro al mq) , mentre a San Cristóbal de La Laguna l’aumento è stato del 5,3% (6,2 euro/mq).

Il prezzo a mq per l’affitto di un appartamento è in media di 7,51 euro/mq.

Non so se sia il momento giusto per comprare: soprattutto nelle zone turistiche la situazione sta aspettando alcune precisazioni importanti del Gobierno de Canarias riguardo all’utilizzo del suolo turistico e qualora vi fosse un obbligo ad affittare tramite explotador ho il dubbio che la ricchezza rimarrebbe nelle mani di questi e non dei proprietari.

Forse la soluzione migliore è puntare sulle capitali (Las Palmas in primis) o su centri in rapida espansione, ma non coinvolti dal turismo: per il periodo il guadagno potrebbe apparire minore, tuttavia lo sarebbero anche le spese e le tasse (non dimentichiamoci che i residenti in Italia dovrebbero pagare tasse qua e là, seppure con l’agevolazione dell’accordo per evitare la doppia tassazione).

Fonte: Canarias En Hora