Antonio| 20/04/2017

foto 1.pngVisto che attorno alle Canarie ruotano pensionati o persone che possono avere ricevuto nell’anno 2016 (Redditi 2017) un assegno di disoccupazione, ho pensato di navigare per voi il portale dell’INPS.

La prima impressione non è positiva, nel senso che se devo pormi nei panni di un pensionato, di mia madre per esempio, nel sito può essere poco intuitiva qualsiasi operazione, persino cercare la CU (Certificazione Unica).

Mi ci sono voluti alcuni minuti prima di capire cosa dover fare, la prima mossa naturale che viene da fare è cliccare su “Entra in MyInps”, si viene indirizzati sul login ossia vengono richiesti codice fiscale e PIN: abbiamo già parlato di cosa è il PIN, quindi mi occuperò del fatto che se anche il sistema vi dicesse che il PIN è scaduto, non preoccupatevi e seguite passo per passo le indicazioni, in un click sarà lo stesso sistema che vi genererà un altro PIN, parliamo di otto caratteri alfanumerici.

Una volta entrati, il sistema vi fa accedere a una vostra pagina che potete personalizzare a vostro piacimento e qui sta, almeno a mio avviso, il primo problema: personalizzare una pagina comporta avere già chiaro cosa dovete fare e cosa dovete cercare, inoltre conoscere il funzionamento della pagina a cui dovrete dare i comandi necessari per salvare i cambiamenti che ritenete importanti.

Prestazioni e Servizi

Nella foto 2 potete vedere in alto la voce “Entra in MyInps” (sulla sinistra), mentre nella foto n.1 vedete sulla destra un menù di scelta rapida dove potete scegliere uno dei profili suggeriti, vi faccio notare la voce Pensionati, quella Lavoratori e infine quella Disoccupati.

Encomiabili lo sforzo di chiarezza, peccato che cliccandoci sopra si apre una pagina contenente una sfilza di informazioni che più che chiarire confondono anche chi sa cosa deve cercare!

Ecco allora che arrivo ai consigli utili, ritornate alla pagina centrale e cercate la voce: Servizi e Prestazioni, è posizionata nel menù in alto (Foto n.2) e cliccateci su, vi si apre una schermata, dove potete cercare in basso, nella zona centrale il paragrafo: “I PIU’ CLICCATI”, qui potete scegliere tra le voci elencate “Certificazione Unica”.

 

Certificazione Unicoo CUD.png

Un altro modo di fare la stessa cosa è cliccare nel campo delle ricerche, ha di solito il simbolo di una lente di ingrandimento e scrivete la parola “Certificazione”, il risultato è, come vedete, istantaneo e vi basta solo cliccare sul servizio che vi interessa: Certificazione Unica.

CU entrata.png

Si aprirà la pagina indicata nella foto n.4, in realtà questa pagina è una lunga sfilza di informazioni, dovrete ancora cliccare sul pulsante blu: ACCEDI AL SERVIZIO.

A questo punto si apre una schermata dove dovrete scegliere il vostro profilo:

schermata entrata.png

Cliccate su PERSONE-Certificazione Unica 2017 (Cittadino) e poi inserite Codice Fiscale e PIN.

A questo punto avrete il vostro Ex CUD in formato PDF da scaricare.

Ma come scaricarlo? Nel momento in cui lo aprite apparirà sul foglio una barra grigia scura con 5 simboli: quello di un dischetto, di una stampante, di un segno più, di un segno meno e il logo di adobe; cliccate sul simbolo del dischetto, si aprirà una finestra di dialogo dove vi chiederanno di salvare con un nome il file, mio consiglio: salvate sempre tutto su desktop.

Allo stesso modo per ottenere altre informazioni vi consiglio di usate il rigo delle ricerche oppure fare sempre riferimento al paragrafo de “I più cliccati” sempre che compaia ciò che voi cercate. Rimango a vostra disposizione per chiarire su come poter utilizzare altri servizi, con una precisazione: non sono un commercialista, quindi le informazioni sono da intendersi come indicazioni di massima, come blogger mi prefiggo solo di essere d’aiuto a chi prendere le decisioni che ritiene giuste.