Antonio| 28/02/2017

drag_sethlas_obispo_de_canaria_presidente_cabildo_tenerifeLa drag queen Sethlas, vincitrice con il suo spettacolo del Gala Drag 2017, risponde alle forti critiche che gli provengono da ogni lato; da una parte chiede scusa e si dichiara dispiaciuto all’idea di aver offeso la sensibilità e la religiosità di qualcuno, tuttavia, aggiunge, era cosciente della polemica che sarebbe conseguita al suo spettacolo e fondamentalmente ammette che la cercava.

Inutile nasconderlo, il pubblico ha fortemente gradito, il 25% di tutti i voti arrivati via sms sono stati per lo spettacolo dell’attore, Borja Casillas, il resto l’ha fatto la giuria, le drag in gara erano ben venti!

“Ma come le è venuto in mente di fare un simile spettacolo?” la risposta è stata semplice quanto disarmante, Borja Casillas è un attore professionasta che contemporaneamente studia scienze religiose e si sta preparando per la “Declaración Eclesiástica de Competencia Académica (DECA)”, cos’è? L’attestato che permette alle persone di candidarsi per l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole di tutta la Spagna! Avete capito bene. Non so a voi, ma a me la notizia fa sorridere, in calce vi posto la fonte.

Borja Casillas cita in ultimo il contesto: “è uno spettacolo” riflette “la libertà di espressione e l’apertura mentale sono importanti, volevo fare qualcosa di differente e così l’ho fatto, ho rischiato e ho vinto!”, conclude l’intervista con un’opinione: “bisogna saper distinguere l’arte dalla propria professione”. Se questo era l’obiettivo, difficile non concordare con lui che l’abbia raggiunto appieno.

Fonte CanariasEnHora