Antonio| 01/02/2017

La notizie è riportata da tutti gli organi di stampa a livello nazionale, l’Europa ha detto stop da giugno ai costi aggiuntivi per chiamare, ricevere, mandare messaggi, navigare, se ci si trova all’estero, all’interno della comunità europea.

La notizia è sicuramente positiva per tante persone che gravitano attorno all’arcipelago canario. L’imposizione per le differenti compagnie telefoniche partirà il prossimo 15 giugno 2017 che dovranno ridurre notevolmente i costi seppur in modo graduale sino al 2022.

Quando si parla di Europa si dovrebbe ricordare assieme alle cose che lasciano perplessi anche queste che invece sono buone notizie.

Oggi giorno i messaggi, i classici messaggi SMS, sono stato soppiantati dalle innumerevoli APP, la più famosa è sicuramente WHATSAPP, per cui partirei proprio dal traffico dati. Dal prossimo giugno il costo massimo per un gigabyte di navigazione dovrebbe essere di 7,7 euro, che dovrebbero diminuire sino ad arrivare a 2,5 euro a fine 2022.

Ecco a voi i prezzi all’ingrosso: per quanto riguarda le telefonate voce l’importo indicato è di 0,032 euro al minuto, per gli sms di 0,01 euro. Dal 1 gennaio 2018 il tetto per la navigazione sarà di 6 euro a Giga, dal 1 gennaio 2019 4,5/GB, dal 1 gennaio 2020 3,5/GB, dal 1 gennaio 2021 3/GB e dal 1 gennaio 2022 2,5/GB. Al 15 giugno, gli europei saranno in grado di viaggiare nell’Unione senza tariffe roaming (termine che indica la copertura di un’altra rete da quella della SIM).

 

Fonti: Repubblica El Pais