Antonio| 31/01/2017

agenzia entrate.pngCome già sapete per altri articoli scritti nel portale, il quadro RW della dichiarazione dei redditi (UNICO) serve per i possessori di conti correnti e immobili all’estero per dichiarare al fisco italiano quanto dovuto: pagamento IVAFE e IVIE.

Come potete immaginare i tributi saranno dovuti anche per il periodo d’imposta 2016, tuttavia sembra che potrebbe non risultare più necessaria la compilazione qualora non sia avvenuti cambiamenti nel suddetto periodo. Secondo l’art. 7-quater, comma 23, D.L. n. 193/2016 è stato modificato l’obbligo di compilazione della dichiarazione dei redditi, tramite il quadro RW, relativamente agli immobili situati all’estero: per gli immobili situati all’estero, sui quali “non sono intervenute variazioni durante il periodo d’imposta”, viene meno l’obbligo di compilazione del quadro RW.

Rimane chiaramente l’obbligo del pagamento dell’imposta dovuta che sino all’anno scorso era liquidata nello stesso quadro RW.

Per avere informazioni certe, sarà necessario attendere il nuovo modello REDDITI 2017 PF (persone fisiche n.d.r.) per capire come sarà recepita questa nuova previsione normativa.

 

Vi riporto per intero il comma dell’articolo che ci interessa:

 

  1. All’articolo 4, comma 3, del decreto-legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 1990, n. 227, e’ aggiunto, in fine, il seguente periodo: «Gli obblighi di indicazione nella dichiarazione dei redditi previsti nel comma 1 non sussistono altresi’ per gli immobili situati all’estero per i quali non siano intervenute variazioni nel corso del periodo d’imposta, fatti salvi i versamenti relativi all’imposta sul valore degli immobili situati all’estero, di cui al decreto-legge 6 dicembre 2011, 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, 214.».