Antonio| 07/11/2016

untitledSiamo abituati a vedere le Canarie come le isole del sole e della luce, del relax, del divertimento, anche dello sport e del clima, ma grazie al servizio di Ivan Urdiales Arocha ora conosciamo un aspetto nascosto, segreto e inquietante di Las Palmas, la più grande città dell’arcipelago canario.

Girando per Las Palmas, lasciando il porto alle nostre spalle e dirigendoci verso sud, troviamo il barrio (quartiere) di  Zarate, dove possiamo incontrare un grande edificio abbandonato: l’antico orfanotrofio di Gran Canaria costruito poco dopo il 1940 e che ospitò giovani di differenti età, dal periodo che seguì alla Guerra Civile spagnola sino alla fine degli anni ’90. Attualmente è chiuso, un edificio abbandonato e fatiscente, dove è vietato l’ingresso.

L’interesse che ruota attorno a questo edificio è notevole, molti testimoni giurano di sentire, anche dalla strada, voci quali urla, grida, pianti, risa e richieste di aiuto fatte da voci di bambini.

Da tempo il luogo è meta dei curiosi, ma qualche settimana si è interessato del fenomeno anche il programma “Cuarto Milenio” di Iker Jimenez  che grazie alle riprese dell’operatore Ivan Urdiales Arocha ha effettivamente documentato la presenza di questi suoni riconducibili a voci umane di giovani ragazzi e bambini.

I fenomeni si fanno insistenti soprattutto dopo le tre del mattino, secondo gli esperti di occultismo un’ora particolare per ogni fenomeno soprannaturale. I tecnici audio e suono, che hanno seguito le riprese per la trasmissione,  hanno testimoniato che ad una certa ora, nel silenzio della notte, incominciavano a sentirsi pianti strazianti, risa nervose e un profondo senso di angoscia prendeva gli animi dei presenti che vivevano un vero stato di malessere psichico e di infelicità profonda. Sembra che in quell’enorme palazzo qualcosa di inquietante vi sia veramente.

occu2I testimoni di tali fenomeni riferiscono che i suoni sembrano provenire da una particolare stanza dell’edificio: la numero 8. Sicuramente gli scettici dubiteranno, ma sembra che i testimoni di questi strani suoni paranormali siano molti: vigilantes, privati cittadini, poliziotti e ora anche giornalisti accreditati accompagnati dai tecnici delle trasmissione televisiva per cui lavorano.

In alcune notti i cittadini giurano di aver visto una pallida donna con lunghi capelli neri arruffati e una vestaglia bianca salire sino al tetto e gettarsi giù, precipitando sul tetto della chiesa interna all’istituto.

Di seguito vi riporto la mappa e il link alla trasmissione.

Per vedere il video della trasmissione cliccate qui .

http://www.abc.es/espana/canarias/abci-fantasmas-guanches-5193777073001-20161102020048_video.html

//players.brightcove.net/55814260001/rkDAq3Wf_default/index.html?videoId=5193777073001

MfsgOLXS