Antonio| 29/08/2016

uva aguimes.jpgGià in altri articoli l’ho scritto, il settore primario delle Canarie è pieno di sorprese e prodotti, per quanto di nicchia come quantità, a livello qualitativo di tutto rilievo. Il vino è sicuramente uno dei prodotti di punta delle isole canarie.

Aguimes, un municipio con luci e ombre, ma che gode di una ottima amministrazione impegnata a dare impulso a cultura, tradizioni, gastronomia, storia e agricultura, ha inaugurato da poco l’inizio della vendemmia con 2.000 chili di uva raccolta in questi ultimi giorni.

Sono nove i viticoltori che parteciparono la scorsa settimana alla prima giornata della vendemmia 2016 ad Aguimes; si raccolsero esattamente 2100 chili di uva (600 di uva bianca, in tutte le sue varietà: moscatello, malvasia, bianca; 1500 di uva rossa e nera).

uva aguimes 2.jpgI viticoltori, con l’aiuto di famigliari e amici che hanno partecipato alla vendemmia, hanno raccolto l’uva totalmente a mano e in casse di dimensioni ridotte in modo da preservare l’integrità del prodotto.

Ora il compito passa agli uffici municipali che dovranno effettuare i controlli e permettere che l’uva diventi vino. Si sta valutando la possibilità di celebrare una seconda giornata di vendemmia visto il raccolto.

Foto tratte dal sito dell’Ayuntamiento di Aguimes.