El Gofio Dulce| 12/06/2016

 

Oggi vorrei iniziare una nuova rubrica, oltre a quella domenicale delle ricette di cucina spagnola e canaria con Pepe Lopez, della buona notte con una foto dalle Canarie, vorrei iniziare oggi la rubrica della poesia.

Intendo postare una poesia di un poeta italiano o spagnolo, in entrambi gli idiomi. Le poesie mi vengono suggerite da una giornalista spagnola.

Chi è l’autore della poesia che segue? L’autore si chiama Claudio Damiani , nato nel 1957 a San Giovanni Rotondo, ha vissuto a Roma sin dalla sua infanzia. Ha un suo sito internet dove potete rimanere aggiornati sugli incontri e le conferenze, collabora spesso con gli istituti di cultura spagnola come la Reale Accademia di Spagna a Roma (  Piazza di S. Pietro in Montorio 3 )e l’Istituto Cervantes a Napoli (Via Nazario Sauro 23)

Attorno al fuoco En torno al fuego
SE il tempo scivolasse senza ferire, se non ferisse,
ma solo scivolasse,
se potessi stare sempre così, come adesso, in giardino
a scrivere, con gli alberi che mi crescono accanto
˗ anche l’erba è cresciuta, e dovrò tagliarla ˗,
se non fossimo posti davanti a delle scelte,
o delle preoccupazioni, per noi o per i nostri cari…
ma non è così… il tempo scorre e taglia come un’accetta
e dopo ritorna uguale, si asciuga il sangue veloce
e ti ritrovi nello stesso giardino, con le stesse piante,
in un tempo tardo, dopo che è successo
tutto eppure è tutto così fresco, e non vorresti pensare a niente,
vorresti abbandonarti al cinguettio degli uccelli,
vorresti addormentarti nell’ombra.

SI el tiempo se deslizara sin herir,
si no hiriera, si sólo se deslizara,
si pudiera estar siempre así, como estoy ahora, en el jardín,
escribiendo, con los árboles que crecen a mi lado
-la hierba también ha crecido y tendré que cortarla-,
si no estuviéramos de pié frente a las decisiones,
o a las preocupaciones, nuestras y de los que queremos…
pero no es así…el tiempo corre y corta como un hacha
y luego vuelve igual, rápidamente se ha secado la sangre
y te encuentras en el mismo jardín, con las mismas plantas,
cuando ya pasó el tiempo y ha sucedido
todo y a la vez, está todo tan fresco, y quisieras no pensar en nada,
quisieras abandonarte al canto de los pájaros,
quisieras adormecerte en la sombra.

Fonte: Diacritica.it