El Gofio Dulce| 09/06/2016

Stanno fioccando le notizie positive in campo economico, consigliando di fare una tara a questi dati in quanto vi sono vicine elezioni politiche in Spagna, tuttavia sembra proprio che vi siano dei dati positivi; gli esperti ci tengono a confermare che tra i 15 paramentri utilizzati per parlare di una crescita economica, ve ne sono almeno 8 che coinvolgono direttamente la vita del cittadino comune tra questi l’ apertura di nuove posizioni alla previdenza sociale, il tasso di disoccupazione, l’aumento di pernottamenti legati alla vacanza di residenti, le immatricolazioni di nuove automezzi, la concessione di nuove ipoteche; se il PIL può anche non comportare direttamente un miglioramento della vita del cittadino, l’aumento di occupati, di ipoteche, di immatricolazioni sono chiaramente segnale di un’economia reale che sta migliorando.

Il PIL delle Canarie si sta situando attorno a un 3,1%, segno che l’economia spagnola è a traino del turismo, con i pro e i contro che possiamo immaginare.

Creo che questo sia il momento giusto per investire alle Canarie, nel più classico degli investimenti: il mattone, sicuro, remunerativo in modo giusto, senza eccessi e che comunque garantisce da una certa erosione del valore investito.

 

Fonte Canarias Ahora