El Gofio Dulce| 07/06/2016

Notizie contraddittorie dal fronte dell’economia, se da una parte si assiste a un aumento delle spese da parte dei turisti (+7,4%) con un superamento del tetto dei 5.000 milioni di euro nei primi quattro mesi del 2016, tuttavia, segnalano le associazioni di categoria, si riduce la durata della vacanza con un minor numero di giorni di pernottamento. In questo modo le Canarie si situano al vertice delle comunità che assorbono il denaro apportato dai turisti (29% circa), chiaramente stiamo parlando dei primi quattro mesi dell’anno, comprendenti mesi invernali.

Sicuramente qualcosa su cui riflettere, alcuni esperti del settore turistico giustificano l’incremento di turisti con periodi più brevi di pernottamento, col fatto che alcuni turisti hanno scelto le Canarie per evitare i posti più rischiosi, Egitto, Tunisia, Turchia, luoghi che tuttavia presentano prezzi bassi e quindi una fascia del mercato che non può permettersi economicamente vacanze lunghe, attualmente la durata media delle vacanze è di 9 giorni, un calo del 3,6 % sul valore dell’anno precedente. Paragonando il mese di aprile dell’anno in corso con il 2015 assistiamo a una crescita delle spese per turista attorno al 9,6%, però in generale l’incremento è molto più contenuto e in linea con l’anno precedente.

Fonte Canarias7